La proposta di legge sul pi greco

1897, in Indiana viene presentata una proposta di legge per stabilire, per legge appunto, il valore del pigreco.

Lo scopo finale è la quadratura del cerchio, che già al tempo era stata dimostrata essere impossibile. Con questa legge la quadratura del cerchio sarebbe finalmente divenuta possibile.

La proposta di legge va in commissione cultura che dà parere favorevole, torna in aula dove viene approvata all’unanimità.

Come è stata convinta la camera a votare all’unanimità questa proposta?

Il proponente, un matematico dilettante, era talmente onesto che nonostante avesse brevettato questo metodo, lo avrebbe dato gratuitamente alle scuole dello stato. Un affare.

Inoltre la proposta di legge criticava apertamente lo status quo, definendo la posizione ufficiale della matematica insufficiente e ingannevole.

Insomma, finalmente qualcuno onesto e disinteressato che semplifica la matematica per tutti.

La proposta di legge già approvata all’unanimità alla camera, va al senato e viene approvata in prima lettura in commissione. Alla seconda lettura succede che per caso quel giorno in senato c’è, per altre faccende, un professore di matematica che con grande pazienza spende la giornata e parte della notte a spiegare ai senatori il perché si tratta di una minchiata.

La proposta di legge non passa la seconda lettura e i poteri forti della matematica la fanno franca!

Tutto vero eh!

Altri dettagli su Wikipedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *