Tempesta solare in corso

C’è una tempesta solare in corso causata da una emissione di massa coronale che è avvenuta lunedì scorso e che ci ha ormai raggiunti. Il livello è G4, severa, ma oggi potrebbe raggiungere il livello G5, estrema. Sarebbe la più forte di questo ciclo solare. Un test di resilienza per i nostri satelliti, le reti Leggi di piùTempesta solare in corso[…]

La sfida

La vera carenza è quella del nostro sistema educativo che produce ignoranza, mancanza di senso critico, incapacità di informarsi, incapacità di formare una propria opinione, incapacità di distinguere il vero dal falso, complottismi e superstizioni. Essere incapaci di leggere e valutare dati oggettivi porta a dubitare di tutto e induce a ripetere ciclicamente gli errori Leggi di piùLa sfida[…]

Unità di misura

È il 1724 e hai deciso di inventare una scala per la misura della temperatura. Che riferimenti scegli? Fahrenheit scelse di assegnare lo 0 alla temperatura a cui una miscela satura di acqua e sale si scongela. Pare che al tempo fosse la temperatura più bassa raggiungibile in laboratorio, quindi ci può stare che abbia Leggi di piùUnità di misura[…]

Riproducibilità

– Abbiamo scoperto e dimostrato in modo inequivocabile che questo pianeta esploderà nel giro dei prossimi 100 anni se non investiamo in un progetto di riduzione sostanziale della temperatura del mantello – Caspita, non c’è tempo da perdere! – Secondo i nostri calcoli dobbiamo riversare il 48.67% delle acque dell’oceano pacifico all’interno dei 643 vulcani Leggi di piùRiproducibilità[…]

Tutto sotto controllo

Sotto ai piedi pochi km (da 5 a 35) di crosta terrestre che galleggia su materiale liquido tra 1000° e 5000° C. Sopra alla testa pochi km (circa 6-8) di atmosfera respirabile, poi il vuoto, lo zero assoluto. Un debole campo magnetico ci protegge dai raggi cosmici. Tutto sotto controllo. Dalla periferia di questa galassia Leggi di piùTutto sotto controllo[…]

Il metodo scientifico perso per strada

L’informatica entra sempre di più nella ricerca scientifica e sta assumendo un ruolo centrale, in molti settori sta di fatto trasformando la ricerca scientifica. Le simulazioni numeriche sono alla base delle previsioni sui cambiamenti climatici ma l’uso massivo di sistemi computazionali avviene anche anche nella ricerca clinica, biologica, fisica, astrofisica, scienza dei materiali e numerosissimi altri campi.

Tutto questo è basato principalmente due cose: algoritmi (il software) e i dati che vengono forniti in pasto a questi algoritmi. Questo processo di elaborazione di dati viene spesso ripetuto in più fasi: i risultati intermedi vengono sottoposti ad ulteriori elaborazioni da parte di altri algoritmi che producono altri dati e così via.

Dov’è il problema? Il problema è il seguente.

Nel 2009 solo il 16% degli studi scientifici che comportano elaborazioni numeriche ha reso pubblici dati e algoritmi usati per produrre i risultati. Vengono pubblicati i risultati finali ma non i dati e gli algoritmi che sono stati usati per produrli. Questo significa che nessun’altro sarà in grado di riprodurre e verificare quei risultati. In definitiva non è possibile applicare il metodo scientifico che è basato sul concetto fondamentale di riproducibilità dei risultati, il metodo scientifico ce lo siamo perso per strada.

[…]

Il mondo dei virus e dei batteri

Il mondo dei virus e dei batteri è stupefacente, in questo articolo facciamo un brevissimo ma interessantissimo viaggio nel mondo del piccolo elencando numeri che mi hanno lasciato letteralmente a bocca aperta.

Le fonti sono, come al solito, in coda all’articolo. Partiamo con i numeri:

– Un virus (dovrei dire virione ma fa lo stesso, userò il termine virus al posto di virione da qui in poi) è circa 100 volte più piccolo di una cellula, quindi anche di un batterio.

– Il mare contiene la maggior parte dei virus del pianeta. I virus infettano i batteri (di cui il mare è pieno), le alghe, i pesci, i mammiferi marini. Ogni millilitro di acqua di mare contiene un milione di virus.

– Estendendo questo conto, in tutti gli oceani del mondo ci sono 1030 virus. Per esteso sono 1.000.000.000.000.000.000.000.000.000.000. Se ti sembra poco pensa che se li accodassimo tutti un dietro l’altro creeremmo una fila di virus lunga 200 anni luce.

– Tutti questi virus hanno una massa, ed è pari a 1000 volte la massa di tutti gli elefanti della terra.

[…]