Mediterranean Free Flight

Questa è una foto del 2004. Anche se non sembra stavo lavorando.

MFF - Rodolfo Saccani

Il progetto si chiamava Mediterranean Free Flight e l’obiettivo era sviluppare un software per consentire ai piloti di gestire autonomamente la separazione da altri aeromobili, senza supporto da terra.

Lo strumento al centro del tavolo è quello che veniva poi montato nel cockpit, segnalava al pilota la futura rottura della separazione e suggeriva il cambio di rotta da adottare per evitarla.

Il debug e i primi test li facevamo con i simulatori da pc, poi con un aereo in volo e un simulatore professionale a terra.

Il risultato è stato molto positivo ma si tratta di innovazioni così radicali che da queste prime sperimentazioni all’utilizzo reale passano decenni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *