deltaplano

Scenari

Scenario A: Salgo in decollo da solo, le condizioni non sono buone. Mi siedo usando la sacca come schienale e decido di starmente un po’ lì a valutare la situazione. La situazione meteo non migliora, anzi va peggiorando. Scenario B: Salgo in decollo insieme ad altri piloti, le condizioni non… Leggi tutto »Scenari

“Un morto ogni tre giorni” ovvero come costruire dal nulla una notizia allarmistica

Il quotidiano “La Stampa” ieri ha pubblicato un pessimo articolo sul mondo del volo dal titolo “Un morto ogni tre giorni. La passione fatale per il volo”.

L’articolo fa una gran confusione tra volo libero (parapendio e deltaplano), ultraleggeri a motore e volo a vela (alianti) nel tentativo di dimostrare che il volo in generale è una disciplina estremamente pericolosa e che c’è una preoccupante escalation di incidenti fatali. “Un morto ogni tre giorni” è il messaggio forte che passa da questo articolo quando in realtà la media degli incidenti fatali è infinitamente più bassa.
Questa statistica sparata nel titolo si riferisce in realtà al fatto che in quindici giorni ci sono stati cinque decessi tra tutte le discipline del volo (di cui uno nel volo libero). Suggerisco all’autore una statistica ancora più d’effetto: “due morti al minuto” calcolata sul minuto in cui è avvenuto un qualunque incidente su mezzo biposto che abbia causato il decesso dei due occupanti.
L’articolo tira dentro un po’ di tutto per dimostrare la pericolosità del volo. Anche gli incontri tra esponenti del volo libero e SUEM che da anni rappresentano il frutto di una positiva collaborazione allo scopo di ridurre gli interventi di soccorso, migliorarne l’efficienza e migliorare la prevenzione, nell’articolo diventano la dimostrazione di una emergenza in atto.

Leggi tutto »“Un morto ogni tre giorni” ovvero come costruire dal nulla una notizia allarmistica

Concluso lo stage di aggiornamento piloti in Sardegna

Grazie a Giancarlo, Silvio e a tutti i ragazzi della Sardegna (scusatemi, non sono bravo a ricordare i nomi) che ci hanno accolto con tanto calore. La giornata di aggiornamento è stata una bellissima occasione per incontrarci e conoscerci, raccontarci storie, approfondire aspetti tecnici e non tecnici, abbuffarci di ottimo cibo.

Mi limito a pubblicara la bella mail ricevuta questa mattina da Mario Satta. Sabato prossimo siamo a Modena.Leggi tutto »Concluso lo stage di aggiornamento piloti in Sardegna

Leonardo

Sono stato al  museo della scienza e della tecnica di Milano per un giro focalizzato su Leonardo da Vinci.

E’ sempre impressionante riscoprire le infinite espressioni della creatività di questo personaggio che è stato pittore, scultore, architetto, ingegnere, letterato, matematico, anatomista, musicista, inventore ma soprattutto, come tutti ben sappiamo, aspirante deltaplanista!

I mezzi volanti progettati da Leonardo sono estremamente affascinanti se pensiamo che sono stati progettati senza conoscenza delle leggi aerodinamiche. Una dimostrazione di come il genio, la creatività e l’intuito possano produrre risultati sorprendenti perché Leonardo ha progettato dei mezzi che effettivamente erano in grado di volare!Leggi tutto »Leonardo

FIVL: meno praticanti, più iscritti

Che l’interesse per il volo libero abbia subito un calo negli ultimi anni è un dato noto.

Sono andato a curiosare su google trends, il servizio di google che consente di tracciare grafici dai dati delle ricerce effettuate sul motore di ricerca. Il grafico qui sotto mostra come il numero delle ricerce delle parole “parapendio” e “deltaplano” sia calato dal 2004 ad oggi. In blu il numero di ricerche per la parola “parapendio”, in rosso per “deltaplano”.


Leggi tutto »FIVL: meno praticanti, più iscritti