Vaccini e Facebook

È inutile parlare di vaccini su Facebook, si finisce per ripetere sempre le stesse cose, ed è comprensibile.

In fondo ciascuno di noi ha faticosamente conseguito la propria weblaurea in immunologia, qualcuno è anche stato su Wikipedia, quindi tutti sappiamo bene che inserire atomi nel corpo umano non dev’essere una cosa mica tanto giusta. Soprattutto i metalli pesanti.

Siamo mica fatti di metallo noi? Quindi non è una cosa naturale, è evidente. […]

Facebook clickbait worm, come condividere senza saperlo 

​Hai condiviso roba strana senza volerlo?  Il trucco usato da questi “clickbait worm” è semplice.  Un tuo amico ha condiviso un link, tu ci clicchi per leggere la notizia shock o piccante del giorno, arrivato sul sito della notizia (che si rivelerà deludente, te lo dico subito) ti appare il solito popup rompiballe, tu clicchi Leggi di piùFacebook clickbait worm, come condividere senza saperlo […]

Posizione sconosciuta (approssimativa)

Visto che oggi c’è sanremo il mio televisore è più spento del solito (però ti segnalo comunque opensanremo che è una bella iniziativa) e quindi mi stavo trastullando in uno studio sociopsicoprivacypatologico. Durante questo studio mi sono imbattuto in una cosa che mi ha fatto sorridere e volevo mostrartela.

Si tratta di una schermata presa da facebook (non ero in facebook con il mio account, naturalmente, visto che l’ho chiuso parecchio tempo fa). Questa cosa l’ho trovata ravanando nella configurazione dei parametri di protezione account (Account – Impostazioni Account – Protezione dell’account) che poi è dove devi andare se vuoi attivare https per “tutelare la tua privacy” (AHAHAHAHAHA) o per non farti ciulare la sessione. In realtà stavo proprio andando a verificare se avevano attivato questa opzione per la navigazione in https anche per l’Italia.

[…]

Cancellare il proprio account facebook (addio cari amici)

Lo stanno facendo in tanti, a quanto pare.

Tralasciando le falle di sicurezza che hanno reso pubbliche le chat private o che consentivano di aggiungere applicazioni ai profili di utenti ignari, quello che sta facendo veramente arrabbiare gli utenti è la disinvoltura con cui, delibaratamente, facebook gestisce la privacy dei propri utenti.

Con le ultime modifiche alle impostazioni di privacy di facebook moltissimi dati dei profili degli utenti sono diventati pubblici di default e le impostazioni della privacy oggi mettono alla prova il più volenteroso degli utenti.

170 opzioni di configurazione rendono veramente difficile capire cosa dei propri dati è pubblico e se con il passaggio alle nuove regole non sei andato a mettere ordine in questo meandro di opzioni, sappi che oggi quasi tutti i tuoi dati sono diventati pubblici. Qui c’è un bellissimo grafico che illustra come le impostazioni della privacy sono andate cambiando nel tempo, ti consiglio vivamente di guardarlo, è questione di un minuto. Cliccando sull’immagine vedi come ogni modifica alle impostazioni della privacy ha reso pubblici sempre più dati del profilo degli utenti. […]